lunedì 18 maggio 2009

Dove l'acqua và 'nnammonte...

Dove l'acqua và'nnammonte,
jù torrente se rivolte,
se rivolte a poco, a poco,
poi diventa come foco,
che'ttabbrucia l'aria'nfronte,
t'abbuticchia, ti contorce,
fino al punto cà ti fotte.
Tu vulive'u'munn'storte,
tutt'chicchier'e visioni,
tu vulive'a gnocca fresca,
ma sì qùort, basso,basso,
t'ieni a'capa'scuppatell'
a dentiere'e'nù vajunelle,
çà vedimm'o'G8,
e facimm'ù'tern'allòtt!

danijel(C)opy 19/5/09
IAMME'N'COPPE VAJU'

5 commenti:

Te-Pito-O-Te-Henua ha detto...

Aágua vai lentamente correndo pelo monte mas ninguém percebe a sua grandiosidade, força e delicadeza.

Bello scrito Da.

danijel ha detto...

:)

Quella ha detto...

Non ho capito due cose...me le spieghi? :-D
"t'abbuticchia" (azz significa?)

"tu vulive'a gnocca fresca" Ma.......è autobiografico? :-DD

Se nn ho capito io come fanno a capire gli altri? Mah...

danijel ha detto...

...abbuticchiare, in aquilano e napoletano, vuol dire ARROTOLARE...per il resto...se parlo del G8, come credi che sia autobiografico:))?...di chi pensi che parlo?? è un'appuntamento a chi vuole un un mondo storto,tutto chiacchiere(parole) e televisione, basso, nano, che vuole che l'acqua sale al monte...(solo i soldi portano l'acqua al monte)...e di sti tempi, chi ha tanti soldi....:)DDD..cara stella mia, siamo messi davvero male in sto cazzo di pianeta, ora basta di fare i filosofi, ora cominciano a parlare i fatti, ed i fatti MENANO!...ahahahah, mi spiegai??

danijel ha detto...

Grazie Sill del tuo commento.