giovedì 4 agosto 2011

La Porta

E ci accorgiamo di essere come tanti bambini abbandonati, lasciati da quella mano che ci guidava dolcemente, indicandoci le scelte, e persi brancoliamo nella vita, a tentoni la saggiamo, ed appena ci sembra scorgere un calore, li ci dirigiamo, con le braccia tese, sicuri che lui il calore, saprà cosa si deve fare per vivere, e ci lanciamo a capofitto, come reduci che dopo giorni di arsura, chiusi nella paura, ascoltando una voce, sicuri sia la libertà, corriamo, ci affrettiamo, invece è un altro sopravvissuto che pensa lo stesso di te, e a te si dirige sorridente.
Questo, spesso è l’incontro.
Si guardano negli occhi, muti, senza pensieri, uno di fronte all’altro.
Il cuore impazza, unico suono, per un tempo indescrivibile dove tutta la loro vita scorre come in una moviola muta, ed accelerata dal momento, e tacciono.
Poi, finito di scorrere il passato, si guardano diritti negli occhi, sono gli stessi che hanno visto, quando lavandosi ad una fonte, e bevendo, si sono riflessi un momento, poi distratti dalla strada hanno proseguito.
Ecco, ora quegli occhi sono di fronte a se stessi, e si riconoscono, si abbracciano, sorridono e si dicono, ci siamo al fine ritrovati, ora non ci perdiamo.
E senza dirsi una parola sulla strada che li ha portati ad incontrarsi, stringendosi la mano, si raccontano.
photo e scritto daniele masciovecchio©2011





venerdì 8 luglio 2011

L'Aquila 7/Luglio/2011 Manifestazione Cittadina photo daniele masciovecchio sopralevette©2011



il 7 luglio 2011 a L'Aquila una nuova manifestazione cittadina ha urlato la rabbia di essere stati dimenticati da questo governo
quelle che vedete qui sono poche immagini, delle migliaia che troverete nella rete
le altre mie, sono custodite in una pubblicazione che racconterà quello che sta vivendo questo popolo, oramai da più di due anni, sarà un documento, ma anche un monito a chi crede di, e vorrà trovare una soluzione a tanto ... la gente piange

daniele

giovedì 16 giugno 2011

Guarda come cammina il vento

Guarda come cammina il vento
ogni nota sparpaglia la vita.
Dove sono quelle zingare felici
che perse nel futuro
ti ritrovavano i giorni.
Non voglio perdermi nel passato
tutto è già stato.Gli uomini straccio parlano del nulla
in un ieri, stanotte.
Ho visto la lotta che combatte se stessa.
La zingara dell'oro è si è affacciata, giovane e bella.
Il Re degli zingari guardava la vasca
dove i pesci combattenti lottavano impazienti.
Guarda come cammina il vento.
Mi hai chiesto gli occhi ed mi hai detto:
"Ci tengono chiusi in una prigione invisibile
lontani dalla nostra natura
dal fiumedagli alberi
dal profumo dei fiori
degli animali
dalla terra dove siamo nati.
Vincolati dal controllo,
guardiamo come cammina il vento"

daniele SopralevettE©2011

Watch as he walks the wind scatters his life every note. Where are those who lost gypsy happy you found yourself in the future days. I do not want to lose myself in the past everything has already stato.Gli men talk about anything in a rag yesterday, last night. I saw the fight who fights itself. The gypsy gold is facing you, young and beautiful. The King of the Gypsies looked at the fish tank where fighters fought impatient. Watch as he walks the wind. You asked me the eyes and told me: "They keep us locked in a prison far from invisible trees fiumedagli our nature by the scent of flowers from the land where the animals are born. Listed as a control, we watch as he walks the wind&quot...

photo daniele masciovecchio (sopralevette©)

martedì 31 maggio 2011

Dentro la nature delle cose, attraverso SopralevettE copy


photo Daniele Masciovecchio "sopralevette"copy2011

...luci ed ombre...

la vita ha spessore, profondità, spazio, proporzione, colore, densità,

sapore, odore, vigore, intenzione, causalità, luogo, apparenza, appartenenza, disappunto, gioia, dolore, vissuto, sognato, futuro, suono, dolore, luci ed ombre...

così come è la mia

così è la tua

così quella di tutti

il mio spessore lo stai tastando, il mio spazio dolcemente invadendo, la sua proporzione si svilupperà nel tempo, il suo colore dipingerà il mondo, l'odore la profumerà, il vigore la rafforzerà, la densità lo conformerà, l'appartenenza se ne approprierà, il disappunto la farà vacillare, la gioia l'innalzerà, il vissuto donerà esperienza, il sognato il suo passato, il futuro il suo profumo, il suono la frequenza, il dolore la sapienza, la luce e l'ombra la renderanno profonda...

sappi da ora, che non c'è intenzione nella vita, in nessun modo, così come non ci può essere nelle mie ombre vissute, la volontà di fare mai del male...

l'intenzione sopravvive solo nell'ignoranza di chi ha bisogno di potere, per poter credere di essere potente

un bacio

daniele



sabato 8 gennaio 2011

...dalla terra al cielo

‎...mi faceva sprofondare come in uno specchio, più andavo giù, maggiore era il riflesso di me stesso che si deformava allungandosi sul piano di una costante, al tempo stesso, me stesso, il mio riflesso, la deformazione della mia coscienza, la proiezione della paura, e la via di fu
ga...




















particolare di acrilico su legno 200X50 (in opera

domenica 2 gennaio 2011


David Bowie - Rock and Roll Suicide

Powered by mp3skull.com