lunedì 14 settembre 2009

ALCUNE VOLTE, BASTA UNA FOTO.





Ora credo che dovreste andare a leggervi i testi tradotti di un complesso qualsiasi di adesso, americano, europeo, asiatico, non cambia molto, non i "THE CLASH", oppure i "RAMONES", oppure "FRANK ZAPPA"...ecc.ecc. ma i GREEN DAY. Avete presente i graffiti che leggete distrattamente sui muri? Bene! Quello dovrebbe leggere il papa la domenica, quando benedice!


Quello dovrebbe leggere, quello che si vive sulle strade, non nelle stanze avariate di puzzo e menzogna della politica e della chiesa! Ecco perchè li tolgono i GRAFFITI!




Ci sono momenti della nostra vita, dove ci ritroviamo a scegliere, a scegliere se agire per noi oppure per gli altri. Questi sono sempre momenti difficili, spesso si mettono in moto strane forze, forze che possono compromettere la comprensione di conoscenti, amici, parenti, ma quello che importa, quello che fa la differenza, è che noi scegliamo con il nostro cuore a prescindere di quello che ci conviene, di quello che ci viene dettato da quella forza oscura del ricatto morale, oppure dell’interesse personale. Questo fa la differenza.

danijel

13 commenti:

Anonimo ha detto...

La differenza la fa la capacità di essere giusti, con se stessi e con gli altri.
Tutti sanno percorrere la strada meno tortuosa.
Tutti sanno fare la cosa che "conviene".
Poche persone sanno invece agire per quello che è giusto.
Questa è la differenza!!

Differente non è chi non cede a quegli ipotetici ricatti morali; differente è colui che di quei ricatti morali fa la propria forza...ma pochissime persone sono in grado di fare ciò

danijel ha detto...

Non so di cosa parli visto che sei "anonimo", comunque si parlava di quello che stà succedendo in italia a livello politico-gestionale. Non so se vi state rendendo conto, ma tra terremoti, praticamente su tutta la dorsale appenninica, gestione del territorio, che negli anni ha solo rimpinguato le tasche dei pochi a danno della sicurezza sociale, pandemie, posti di lavoro, questo paese sembra stia implodendo.

danijel ha detto...

si è sempre "operato" con la metologia dello struzzo, ognuno vede si preoccupa del proprio cerchio affettivo, lavorativo, senza "leggere" la realtà dei graffiti, sui muri, nei blog, nella complessità. ecco che in questa modo la società implode, si ricorre alle ronde, alle armi, che a loro volta calpestano altri e via dicendo. se si ama, si ama veramene, si deve avere il coraggio e la voglia di farlo nella complessità, senza riserve. guardate che la politica dello struzzo, sia nelle famiglie, che nel sociale, ed anche affettivamente ci stà portando alla rovina, evidentemente non era la strada giusta. i nostri governanti forse pensano di colonizzare la luna?

danijel ha detto...

è stato troppo facile "nascondere" belzebù, voldemort ai bambini, facendone un cartone animato. in realtà ha lavorato sodo in questi anni, ed ecco i risultati. ora dobbiamo rimboccarci le maniche tutti, lasciare da parte le piccole scaramuccie personali, non si può passare tutto il tempo ed usare la propria riserva di buon senso e forza solo per se stessi. il problema è globale, e và affrontato da gente che è capace di fare questo.

danijel ha detto...

P.S.
scusate gli errori di battitura, ma sto scrivendo da un portatile sulle ginocchia, mentre aiuto gli operai a rimetter su quello che è possibile della mia casa. sapete, le persone che realmente si sono preoccupate di questo dramma, parlo del sisma in abruzzo, per quanto mi riguarda si contano sulle dita di una mano, parlo di supporto affettivo, morale e non smetterò mai di ringraziare, ma nel concreto, io che sono un fotografo, per fare in modo che le mie donazioni non fossero passate attraverso le solite mani, le scatole cinesi della gestione sociale, le ho donate ad un museo di los angeles, che ha provveduto, direttamente ad inviare i soldi delle vendite ai bambini colpiti dal sisma. spedendomi tutti i documenti comprovanti le somme utilizzate e versate nel giro di pochi giorni! questo vuol dire essere capaci di amare concretamente. senza perder tempo dietro al proprio tornaconto personale, sia esso di visibilità, che di guadagno. credo che avrete capito, se avete seguito "certe" inchieste, che la mia parte è stata fattiva, concreta e senza peraltro cercare giovamenti di visibilità. si può amare anche in silenzio, senza mettere il proprio nome a caratteri cubitali. ripeto, fermatevi in silenzio ad ascoltare quello che i nostri figli hanno scritto sopra i muri, forse troveremo la soluzione amolti problemi, anche quelli personali.

Sill Scaroni ha detto...

... quello che é giusto?
Hey anonim@ ... scrivere senza nome è giusto?

danijel ha detto...

...ma mi vedete in fondo a quel porticato, nella foto in B&N, quello illuminato, mentre vado via?
Ebbene, questa immagine non è "reale", nel senso che è analogica, ma costruita su tre piani, insomma sono 3 lastre una accanto all'altra. questa mia poesia, l'ho ridigitalizzata ed importata sul bog in gif, molto sfocata(come i miei pensieri). eppure la luce mi colpisce, si, quello sono io di spalle con il mongomeri, dopo aver letto i graffiti su quelle colonne della mia città. sapete cosa ho trovato scritto? dovreste fare un piccolo sforzo di fantasia...a presto.

danijel ha detto...

...si ho scritto bog, lo chiamo così alle volte(mia deviazione fanciullesca) adoro storpiare le parole come quando ero bambino, per esempio: "questo">"tetto" "andiamo">"amo" "reale">"lale"....ecc. sapete, io da bambino mi perdevo sempre, sempre in cerca di qualche cosa, fermavo il primo grande che incontravo, quando mi sentivo "perso" e gli dicevo: "io sono daniele, conosci mio padre?"...oh! quanto avrei da farvi conoscere...ma sicuramente voi non avete tempo per i bambini.

danijel ha detto...

....approposito, siete in pochi ascrivere posta:) sul mio blog? ed allora?...me li scrivo da solo, oh a me la solitudine non fà molta paura eheheheh ho vissuto in una grotta per mesi, solo con il mio cavallo ed un sacco a pelo. approposito, mi piacciono molto i boschi. CIAO!

Sill Scaroni ha detto...

Come come ... da solo.;))
Si, io stava a vedere a quel porticato anche quello che sta scritto.
Ho capito ...

Sill Scaroni ha detto...

أنت شخص عزيز جدا

danijel ha detto...

...ahahahah, lo so, lo so che non sono solo:)) appena gli operai finiranno di lavorare quì in casa, decidendo gli orari delle mie connessioni(casino infernale/polvere/mi staccano le prese/ecc..)spero di tornare alla mia quotididiana d'internauta, ora un poco disconnesso:( che con le chiavette si spende un casino e vanno lente...comunque♫

Sill Scaroni ha detto...

♫ ... una canzone suona.