sabato 11 luglio 2009

LA FRETTA DI VIVERE

Esistono tante brave persone a questo mondo, peccato che per questo loro modo di essere non contano nulla a dispetto delle loro capacità.



La fretta di vivere.


Dalle mie vecchie cicatrici sgorga il sangue dell’opportunistica “ragione d’essere”, qualità bestiale dell’uomo.


Ogni goccia del mio sangue, piange la sconfitta dell’amore.


Ogni goccia, un “documento autenticato”, della “privazione a favore”.


Per ogni uomo, per ogni donna, che oggi conosce la follia, il morso della paura dell’incomprensibile tecnologica comodità di vivere nella bugia della tenda, ogni goccia infetta la ragione.


Penosa chiarezza dell’uso dell’incertezza.


Un solo sguardo sincero, potrebbe riaccendere la fiamma del camino domestico che scaldava la ragione d’essere.


Un solo sguardo sincero, costruirebbe i muri e le fortezze che contenevano paure, incertezze e assalti alle carezze.


Abbiamo costruito le città ed i templi per questo, ma non ci è bastato creare un “limite invalicabile” all’ inadeguatezza dell’uomo che convince e sopravvive alla natura e nella natura, ma siamo andati oltre, abbiamo imparato l’arte di fingere l’amore, recitando l’amicizia di costruire per i deboli, minando le certezze dei figli, crescendo generazioni di guerrieri che sarebbero serviti a combattere le guerre di potere, per il poter avere, chiudendo e precludendo a doppia mandata il tempo necessario per arrivare alla conoscenza, chiusi in quei castelli fatiscenti che si sbriciolano imprigionando la verità di crescere, bilanciando realtà ed immaginazione, alla prima scossa della ragione del mondo.



Non dico altro, che la fretta di vivere ha aiutato la cultura onirica della tele-visione, gestita da avidi alchimisti della ragione.



daniele Sopralevette©2009



foto EMILIO MORENATTI

3 commenti:

Quella ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
danijel ha detto...

"ogni goccia del mio sangue"..."dalle mie vecchie ferite"...è una "perifrasi", così tanto per dare una spiegazione a chi ci legge quello che vuol leggerci;)

Utopicamente.Azul ha detto...

Sono a legere tutto di nuovo per capire sempre di più questo tuo universo magico - pieno di emozioni.